Bugiardo

Penso di non avergli mai mentito, nemmeno su babbo natale. Evitavo di parlarne pur di non raccontargli frottole. Non amo proprio mentire. Oggi nuovamente l’accusa più brutta: bugiardo.

Me lo aveva già detto quando la madre gli raccontava che non passavo nemmeno i soldi per mangiare. Dovetti portargli le copie dei bonifici fatti e fargli vedere che non ero io a mentire.

Che disagio quella volta. Che umiliazione. In auto con mio figlio e con le carte della banca. Dei documenti di una banca per dimostrare la innocenza a mio figlio? Mi vergognai. Servì anche a poco .Sua madre, bontà sua, temo che subito dopo gli abbia insinuato in testa che quei documenti erano falsi. Almeno così urlava a me al telefono e sicuramente i ragazzi sentivano.

Quella volta però, si era accorto che l’accusa mi aveva ferito. Avvertii chiaramente il suo imbarazzo nel vedermi a disagio. Ero  debole ai suoi occhi e forse non ci era abituato.  Oggi avrei preferito uno ‘stronzo’ o un ‘bastardo’. Poteva essere un segno della sua rabbia che veniva fuori.

‘Bugiardo’ invece. Perchè figlio mio? Nessuna risposta. Quando ti ho mentito? Ancora nulla.

Mi fa male. E’ l’accusa preferita da mia moglie in questi mesi. E’ come avere la certezza che mia moglie si è impadronita della sua mente e lo abbia ormai manipolato.

Mi sarei voluto inginocchiare e dirgli che sono lo stesso papà con cui solo cinque mesi prima era inseparabile. Abbracciarlo e stringerlo forte.

Perché mi sta facendo questo?

Allo stesso tempo penso, perché non dovrebbe fartelo?

E’ normale che i tuoi figli siano arrabbiati con te. Loro vogliono il loro papà a casa e tu non ci sei. Vuoi che non siano arrabbiati con te? Me lo aveva detto anche la mia psicologa.

Ha studiato per questo, qualcosa saprà. Per un attimo ho trovato anche un senso ai soldi che spendo. Vedi? A qualcosa serve.

A volte mi piacerebbe non essere così razionale. Vorrei abbandonarmi a qualcosa di eclatante.

Possibile che bisogna sempre ragionare? Fare la vittima aiuta, è lenitivo.

Ti accorgi che  sei adulto forse proprio perchè se fai la vittima non ti considera nessuno. Un tempo mi sarei messo nel letto e avrei fatto l’ammalato. Mia madre mi avrebbe coccolato e forse anche mio padre si sarebbe fermato a chiedermi qualcosa tornato da lavoro.  Il massimo in cui posso sperare è una telefonata dall’ufficio per sapere che cazzo di fine ho fatto.

Dicono che  non si deve gettare la spugna. Non lo farò. Oggi sono stanco però.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...